sabato 23 marzo 2013

Non tutto il male...

L'ascesa del M5S, che, come qualcuno avrà notato, considero un coacervo di principianti impreparati e troppo spesso imbevuti delle peggiori frottole del web, ha avuto un effetto secondario interessante e, potenzialmente, positivo.

Parlo dell'attenzione mediatica che viene ultimamente riservata alla frottole della rete: "zaigais", che qualcuno considera una fonte di illuminazione e pseudomedici assortiti cominciano finalmente ad essere trattati dai media come quello che sono: ciarlatanate.

Magari, finalmente, qualcuno comincerà a dire a voce alta che le tesi cospirazioniste sull'Undici Settembre sono solo modi per vendere libercoli ai gonzi, che le scie cOmiche sono solo suggestioni per ignoranti, che il signoraggio è solo un normalissimo meccanismo di politica monetaria che non produce né furti al popolo sovrano né utili smisurati alle logge massoniche. Che i vari guru del complottismo mondiale sono solo abili impacchettatori di frottole. Che i vari "guaritori alternativi" non vendono cure ma solo illusioni.

Chissà, forse addirittura ci si renderà conto che i vari Boyager e Mistero in tv e le ospitate delle ciarlatanate complottiste nei licei, per tacere del supporto delle "medicine" alternative da parte di enti istituzionali, hanno prodotto una generazione di persone che non sanno distinguere le chiacchiere dai fatti. E che, quindi, è ora di cambiare registro.

Speriamo.

E se questo avverrà e nella politica italiOTA comicerà a vedersi un po' di pudore e coerenza, allora l'ascesa dei 162 dilettanti allo sbaraglio sarà servita a qualcosa di più che a rivelarci la qualità della mensa della Camera dei Deputati.

23 commenti:

Alessandro ha detto...

Ci sono diversi aspetti positivi: i ciarlatani stanno uscendo allo scoperto, i partiti stanno cambiando pelle per reazione (soprattutto il PD), il mito dell'innocenza dei grillini sta assumendo contorni umani.

Resta da vedere se tutto questo si tradurrà in un qualcosa di positivo per questo Paese, come un governo in grado di fare qualche riforma epocale, oppure se ci ritroveremo tra l'incudine di un governo di "larghe intese" e il martello di nuove elezioni i cui risultati potrebbero essere osceni.

Mikhail Lanart-Hastur ha detto...

Brain non contarci.
Un "INGEGNERE" pentastellato è caduto come un IDIOTA (insomma come un grillino) nella bufala del DHMO".
Insomma OGNI VOLTA che un grillino parla si trova un cretino. sarà un caso? io credo di no.
FORSE, molto FORSE i grillini sono onesti, ma di sicuro sono INCAPACI.
E questo è un PERICOLO MAGGIORE.
Scommetto che i grillini ci faranno rimpiangere i berlusconiani come i berlusconiani ci fanno rimpiangere i democristiani.
Per serre grillino non è necessario essere cerebrolesi, ma aitia molto

mother ha detto...

Hai dimenticato il complottismo del duo Martinelli-Messora?

Ora manca solo la commissione d'inchiesta sulla Tav con Giulietto Chiesa (dopo esser passato in URSS a ricevere il denaro come ai tempi della Mitrokin).

brain_use ha detto...

Oh, ma io mica conto sui grillini.

Ma chissà che a un certo punto una buona percentuale di giornalisti cominci a pensare che è sbagliato ospitare Chiesa a sproloquiare di 9/11 senza contraddittorio, o, chessò... mandare le Iene a sostenere Stamina...

Alfa ha detto...

Ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli, ad averli.

@ Mikhail Lanart-Hastur: complimenti per la beffa. Sto ancora ridendo

mastrocigliegia ha detto...

Ma chissà che a un certo punto una buona percentuale di giornalisti cominci a pensare che è sbagliato ospitare Chiesa a sproloquiare di 9/11 senza contraddittorio, o, chessò... mandare le Iene a sostenere Stamina...
Ma se questi giornalisti non ci sono arrivati finora, cosa ti fa pensare che ci arriverranno durante il regime a 5 stelle quando la cialtroneria diventa mainstream?
Nella migliore delle ipotesi si assisterà ad una tale invasione di stupidaggini che, mentre prima potevano essere relegate come folklore, ora balzeranno all'evidenza, almeno le più inverosimili. Ma intanto l'ambiente si sarà saturato dalla fuffaggine, e si troveranno decine di pennivendoli disposti a cavalcarla.
Personalmente trovo più pericoloso un incapace che un delinquente (purché non troppo delinquente). Il delinquente capisce quando sia arrivato il momento di farsi da parte perché la sua condotta rovinosa rischia di danneggiare anche lui (e magari si dimette per consentire che subentri un governo tecnico). L'incapace invece continua imperterrito per la sua strada cieco e sordo a tutto meno che alle sue fantasiose convinzioni dubbioesenti. Facendo un paragone (più o meno) a caso, si potrebbe pensare a qualcuno che considerandosi sufficientemente abile e senza capire la pericolosità di una strada montana ghiacciata, si avventuri su di essa con un fuoristrada rischiando un incidente mortale.

Non accetto la scommessa di ML-H: sono troppe le probabilità che abbia ragione.

Erminio Ottone ha detto...

Sulla differenza tra stupidi e banditi bisognerebbe nuovamente citare Cipolla, ma immaginate un grillino che sagaci giochi di parole potrebbe fare su quel cognome..

"Scommetto che i grillini ci faranno rimpiangere i berlusconiani come i berlusconiani ci fanno rimpiangere i democristiani"... a questo punto non ci resta che aspettare cosa verrà dopo i grillini... arghhhh

axlman ha detto...

Personalmente trovo più pericoloso un incapace che un delinquente (purché non troppo delinquente)

Non è questione di opinioni, è proprio così.
Sempre che si distingua in base ai risultati (e non alla malvagità delle intenzioni) e che quindi i due ruoli non si possano sovrapporre.

In altre parole basta definire lo stupido (o l'incapace che dir si voglia) come chi, agendo, danneggia se stesso e gli altri, quali che siano le intenzioni, cioè che lo faccia apposta o meno. Mentre un delinquente è chi volontariamente danneggia gli altri per avere vantaggi personali, che poi ottiene.
Ne consegue che un tizio che danneggia gli altri per pura malvagità senza ricavarne niente, oppure addirittura essendo danneggiato a sua volta, non va contato come delinquente ma come stupido.

La cosa è stata anche formalizzata in un divertente mini-saggio di Carlo Cipolla, con tanto di grafico esplicativo, Le leggi fondamentali della stupidità umana.

brain_use ha detto...

cosa ti fa pensare che ci arriverranno

Proprio il fatto che adesso si troveranno a dover ammettere che i fuffari sono solo produttori di frottole. Prima, erano portatori di audience.


Personalmente trovo più pericoloso un incapace che un delinquente (purché non troppo delinquente).

Quoto.
E quoto Axlman più sotto.


Il delinquente [...] (e magari si dimette per consentire che subentri un governo tecnico).

Ogni riferimento a fatti e persone realmente esistenti è...


Anch'io non accetto la scommessa di ML-H. Sono assolutamente certo che abbia ragione.
Ma questa è un'altra storia.


Quoto in toto anche il primo commento di Alessandro: esprime perfettamente il mio pensiero.

The Q. ha detto...

Quindi riassumiamo la settimana appena trascorsa:
1) dissidenti votano Grasso.
2) Grillo vuole espellerli, ma alcuni nel blog gli danno contro.
3) Grillo si inventa Martinelli Messora complottisti d'origine controllata come portavoce.... con elezione in-diretta.
4) parte il perculamento ai due su twitter e i dubbi dei giornalisti degli altri partiti politici sul duo spuntato dal cappello del guru. I due se la prendono ed entrano in silenzio stampa.
5) Travaglio trova ridicolo che i portavoce appena eletti siano già in silenzio stampa.
6) Messora attacca Travaglio dicendo che si è sbagliato a dire che loro erano portavoce + quando era al FQ si era incazzato con lui perchè gli aveva rubato un editoriale.
6 bis) si vocifera Loretta Napoleoni come consulente. La stessa Loretta Napoleoni di Zarqawi non esiste è un'invenzione degli USA (parafrasi delle sue parole).
6 tris) si richiede commissione d'inchiesta no-tav (ed io mi immagino già Giulietto Chiesa in commissione).
7) parte l'articolo di Travaglio sul "popolo di internet bella merda", un simpatico accenno a tutti i detestor che scrivono sul Fatto Quotidiano o comunque chiunque dissente.
8) segue Beppe Grillo con i Pan di Stronzi con schizzetti di merda del Mulino Bianco...tutti i dissenzienti sono troll dei rettiliani e del New...emm Old World Order!

Nel frattempo: Berlusconi paga 10 euro i manifefestanti nella sua piazza, pensionati che in genere fanno il pubblico nelle trasmissioni televisive.
Bersani vorrebbe pagare qualcuno per avere i voti (e/o sta pensando a Gabanelli, Saviano e simili per rubare voti M5S con conseguenze devastanti sulla psiche di Grillo).
Cipro, paradiso fiscale in banca rotta...e si scopre che l'isola con l'80% dell'economia fatta da banche un 40% di portafogli bancari sono di russi evasori fiscali, alla faccia di Depardieu...

inkia...settimana movimentata, più di quanto abbia pronosticato il polpo pol...

PS: sono stato ad un convegno organizzato da sindaco M5S con sindacati ed imprese. Sviolinate al sindaco perchè gli M5S formino un governo sia da parte dei sindcati che da parte delle imprese. Solite tematiche su lavoro, debito (suggerito il blog "oltre il pil") e tasse. Interviene un cittadino M5S e suggerisce il libro: la terza rivoluzione industriale di Jeremy Rifkin come mezzo di rilancio dell'economia.

Un pdf da Repubblica se avete tempo di leggere:
http://download.repubblica.it/pdf/2007/terza_rivoluzione_industriale.pdf

Stepan Mussorgsky ha detto...

Bene: allora votate Berlusconi o Bersani, che gioia! ^_^

Cavaliere errante ha detto...

Seriamente, Stepan, dal periodo post-elettorale in poi nulla di quello che è successo ti ha fatto sorgere il benchè minimo dubbio che il M5S non brilli per genialità interne e neppure per democrazia interna?

A me sembra di rivedere la NSDAP nel periodo 1929-33. E conosco piuttosto bene quel periodo.

brain_use ha detto...

@usa-free

[risata sarcastica mode ON]
A parte il fatto che a quanto pare hanno fatto in fretta ad adeguarsi all'andazzo degli altri
[risata sarcastica mode OFF]
il tuo ragionamento mi pare un non-ragionamento.

Non ti piacciono i politici classici?
Benissimo, neanche a me.

Ma la soluzione sarebbe quella di mettere al loro posto 'sta manica di incompetenti presuntuosi?
Dove sono quelli che dovrebbero essere in grado di rinnovare l'Italia? Li tengono nascosti chiusi in albergo o, come credo io, proprio non ci sono?

Piuttosto, meglio non votare.

Il Signore dei Canguri ha detto...

Sono d'accordo anche io che c'è stato qualcosa di positivo in tutto quello che è successo. Il problema reale è che chi ha votato M5S credendoci sono una piccolissima percentuale. Basta guardare quanti iscritti ai meetup ci sono (e quando si sono iscritti) per capire che in fondo in fondo hanno meno iscritti ai partiti politici. E' stato un necessario scossone, e spero anche io che serva a far capire alla classe politica che la politica è un servizio da rendere ai cittadini e non una carriera lucrosa. Se i cinquestellini credono di arrivare al 100% e avere un governo hanno fatto male i conti. Soprattutto quelli che lavorano nel pubblico, che sono i primi che rischiano il posto di lavoro se va al governo il M5S. Soprattutto nella sanità e nell'istruzione.

mother ha detto...

ora forse prenderà piede il complotto dei seguaci di Barnard che vedevano in Casaleggio e Grillo dei left-gatekeeper.

^_^

Mikhail Lanart-Hastur ha detto...

@il signore dei canguri:
CHIUNQUE abbia un minimo di senso critico, visto IL FASCISMO di grillo NON VOTERÀ (o non votarà più) i complottisti pentastellati (parole che non sono altro che sinonimi)
Quello che dispiace è vedere persone intelligenti che si comportano come perfetti complottisti quando tocchi il suo "credo", mettono da parte tutta la loro intelligenza e si comportano ESATTAMENTE come Chiesa o Rosario FALSRIO marcianò, o corrado CANNAIOLO penna

brain_use ha detto...

Scusa, usa-free...
dicevi...?

brain_use ha detto...

"manica di incompetenti presuntuosi" ho scritto.
Sono stato ottimista.

Stepan Mussorgsky ha detto...

Sono incasinatissimo in questi giorni, non ho potuto seguire le consultazioni, sono di fretta e ho letto i trascritti che mi hai linkato su Giornalettismo.

Quindi sono dei presuntuosi incompetenti (anche) perché non hanno dato la fiducia a Bersani?

Perché avrebbero dovuto farlo? Bersani ha già provato e ha già fallito, perché non si è messo in secondo piano e ha lasciato provare qualcun altro del suo partito? Non per forza Renzi, per carità.

Perché la sinistra, quando è stata al governo, non è riuscita a riformare la legge elettorale e a fare una legge sul conflitto di interessi?

Daresti la fiducia a uno che ti promette che farà fuori (politicamente) Berlusconi ed ogni volta conduce delle campagne elettorali talmente male da perdere il suo vantaggio e regalarlo al suo primo avversario?

brain_use ha detto...

Non è che anche tu non hai capito cos'è la fiducia...? ;-)

Mikhail Lanart-Hastur ha detto...

@usa-free: CVD

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Quello che dispiace è vedere persone intelligenti che si comportano come perfetti complottisti quando tocchi il suo "credo", mettono da parte tutta la loro intelligenza e si comportano ESATTAMENTE come Chiesa o Rosario FALSRIO marcianò, o corrado CANNAIOLO penna"

Mikhail, avrei preferito un 'stai zitto, ubriacone di merda!"

Invece hai dimostrato di ragionare per compartimenti ultrastagni, chi dissente dalla tua visione viene equiparato ai tuoi nemici giurati.

Amen.

mother ha detto...

In realtà state litigando per niente, dato che è semplicemente evidente che date un peso diverso a due diverse soluzioni.
Da un lato i filo-grillini sono fiduciosi del metodo: chi sbaglia viene silurato (a quanto pare ultimo della lista sembra essere Martinelli...seguito forse dalla Lombardi). Mentre chi tende ad essere filo-formazione di governo accantonando per un momento il rinnovamento dei partiti politici, pur sempre votati da un egual numero di elettori, dà maggior peso a tematiche di economia e lavoro che effettivamente in cifre dimostrano un aumento delle difficoltà al variare da un anno all'altro (in effetti un incremento notevole).
I filo-grillini passano per la logica che senza nuovi partiti non si può trovare nessuna soluzione (ed i tre nuovi partiti erano Fare per fermare il declino suicidatosi con un attacco da Oscar masterkamikaze, Ingroia nuovo sui generis visto che semplicemente era un reimpasto di PCI radicali, filo-brigatisti e IDV e M5S).Gli anti-grillini invece accentuano l'incompetenza delle leve grilline che è indubbio siano pregne anche di disinformazione del web (anche se non completamente perchè mancano Mazzucco e Blondet). Infine la militanza per gli uni e gli altri contrappone le due posizioni con i soliti meccanismi dell'aut aut della vecchia politica (o voti centrodestra o voti centrosinistra), quando le soluzioni in genere sono 4 o più, poichè potrebbero essere: non voto nessuno dei due, mi faccio ben volere da entrambe le parti, dimostro ciò che è giusto dell'una e dell'altra parte e lo applco, tolgo dalle balle corrotti e complottisti.
Ed il punto è proprio questo. L'aver messo complottisti come Messora o Martinelli è criticabile proprio come l'aver messo Grasso (corrotto dalla mafia per informazione propugnata da Travaglio) presidente del senato. Il solito sano cameratismo all'italiana per i vati di questo o quel movimento politico. Solo che se critichi l'uno vieni additato di esser l'altro e viceversa per sola logica politica.