lunedì 26 maggio 2014

Ma toh...

Mi piacerebbe poter dire che l'avevo previsto, ma non è così.
In realtà sono andato a votare ieri solo per togliere un voto ai grillini, che temevo avrebbero stravinto, senza la mia crocetta.

Però sono contento lo stesso: l'Italia, una volta tanto, ha dimostrato di non essere più disposta a credere all'imbonitore di piazza di passaggio. Meno male.

Adesso:
speriamo che il segnale venga captato e dalle parti delle ex "botteghe oscure" ci si renda conto che questo è il momento di dimostrare qualcosa e non di dormire sugli allori.

Vedremo se davvero Grillo è interessato alla politica, cosa di cui ho sempre dubitato, o se le reeeteee ala fine gli serviva solo per fare audience per i suoi spettacoli.

Infine vedremo se qualche pentastellone coglierà l'occasione per smettere di passare il tempo a guardare le scie cOmiche e a pensare che gli sghei crescano sugli alberi... pardon "basti stamparli".Magari con le stampanti 3d.

21 commenti:

Buzz Lloyd ha detto...

Mah, non so: il barbuto genovese (che diceva che se perdeva si ritirava) ha già cambiato registro:
"Sì, prendeteci in giro, #vinciamopoi, ma vedrete domani vinceremo noi."

Coerenza, questa sconosciuta ....

Buzz Lloyd ha detto...

Scusa se aggiungo un secondo commento, ma farmi dare del "pensionato senza voglia di cambiare" quando con le leggi attuali mi mancano ancora 16 anni di lavoro di cui almeno 4 regalati all'INPS (stando le cose alle leggi attuali andrò in pensione a 67 anni con 44 anni di contributi EFFETTIVI) proprio non mi va giù.
Populista? Grillo (e Casaleggio al suo fianco) è un CIALTRONE, altro che, oltre che estremamente pericoloso! Ci è andata di lusso!

Stepan Mussorgsky ha detto...

Guarda che Renzi è un imbonitore, e a giudicare dall'effetto che hanno avuto 80 euro e qualche gioco di parole, è pure bravo :)

Comunque ammetto la sconfitta: avanti Mattèo!

mother ha detto...

La mia analisi è un po' diversa. Il PD non ha generato voti dal nulla e non è arrivato al 40% sottraendone agli M5S che da 23-24% è andato a 21%. Certo ha perso quei tre milioni di voti per un motivo od un altro. I punti fondamentali che dovrebbe fare M5S è comprendere perchè ha perso voti e comprendere perchè non ha convertito gli astenuti volontari.
Il centrodestra che era dato al 34-37% (nel 2009 il popolo delle libertà era al 36%) in coalizione ha collezionato 16+6+4+3.66 con FI,Lega,NCD e AN.
Gli M5S rimangono poi il secondo partito d'italia a metà dei voti del primo partito ed il terzo è staccato di 5%, mica briciole.
Ora questo suggerirebbe che l'M5S non governerà mai se non si cerca una coalizione, mentre accettare il consiglio di Renzi di fare con loro le riforme che loro vogliono corrisponderebbe a perdere decine di punti di consenso (insomma è già tanto se si alleano con Tsipras i cui militanti perculano non poco Grillo nel web). Errori in campagna elettorale Grillo ne ha fatti: tanto che le piazze erano piene come per il PD, ma non lo hanno votato e questa volta non c'è manco più una scosa per evitare di pensarlo (a meno che non faccia come fa di solito Berlusconi che scarica la colpa a Fini, casini o altri sottoposti).
Nel resto dell'europa sale la destra scettica verso l'euro, quando magari si dovrebbe essere scettici verso le regole europee (per esempio quelle che favoriscono la delocalizzazione dell'industria italiana all'estero creando disoccupazione), e qui al contrario non trionfano gli euroscettici, non trionfano i no-euro moneta, trionfa un gruppo politico che ha perso in tutti gli altri paesi.

Siamo sempre al contrario.

mother ha detto...

PS: forse un 2% perso da M5S è andato in Tsipras che ha eccezionalmente superato il 4%.

Stepan Mussorgsky ha detto...

Ma è ovvio: perché l'italiano medio è pauroso per natura, e se evochi mostri del passato come il nazifascismo, la massa se la fa sotto e crede alle belle parole di Matteo.

Grillo ha sbagliato perché é caduto in questa trappola, non è stato capace di dribblarla.

Ok, sarò pessimista ma ho un terribile presentimento: come un passaggio di testimone tra Berlusconi e Renzi. Altri 20 anni!? Oddio, me lo toglierò dai maroni quando avrò 57 anni! :(

E probabilmente ce ne sarà pronto un altro in quell'epoca!

Sì, me ne devo andare, devo solo capire dove e con che mezzi riuscirci.

Itwings ha detto...

Suggerirei di smettere con l'ironia sugli 80 Euro. Da noi l'ultimo contratto negoziato prevedeva un aumento di circa 40 Euro lordi in tre anni.

Chtorrian ha detto...

Beh, sembra che gli elettori abbiano dimostrato di sapere qual è la differenza tra il "pesto alla genovese" e un "genovese pesto"... :)

Detto questo, pur non avendolo mai sopportato, a differenza di altri mi auguro che il M5S (o una sua reincarnazione) non sparisca, anzi! Che cresca, maturi, evolva, continui a mordere i polpacci al pd e sappia creare quella sana opposizione costruttiva che faccia crescere tutti.
Ovviamente dando prima il benservito ai due buffoni.

Probabilmente non avverrà sotto il simbolo delle cinque stelle (marchio privato e fonte di guadagno dei suddetti individui), ma spero possa avvenire sotto un altro nome, capace di creare altrettanto entusiasmo e (maggior) consenso.
Intanto, tra i meriti che gli si deve riconoscere, c'è quello di aver dimostrato che si può avere successo in politica - almeno potenziale, dato che sono invece mancati i risultati - anche senza passare necessariamente dal circuito dei partiti "tradizionali", e questo non può essere che un bene per un paese stagnante come il nostro.
Certo, non bastano l'immagine o l'entusiasmo: ci vogliono contenuti, professionalità e concretezza (cose che sono mancate ai 5S), ma speriamo che il movimento che verrà sappia ereditare il potenziale accumulato ed impari ad esprimerlo.
Ripeto: non sono simpatizzante del movimento, ma mi farebbe piacere avere un tenace antagonista politico che obblighi la mia parte ad impegnarsi al massimo, e che in caso di sconfitta riesca a farmi dire (dopo l'umano momento di delusione): "essere battuti da tale avversario non è un disonore".

brain_use ha detto...

Grillo ha sbagliato perché é caduto in questa trappola

Grillo ha sbagliato perché non si può mandare in Parlamento 109 deputati e 54 senatori a scaldare i banche e dire solo "no".

Ma... ha sbagliato davvero?
E' davvero interessato, Grillo, a una funzione di governo?

O sa benissimo che le chiacchiere sul reddito di cittadinanza e sulle stampanti 3d vanno bene giusto per uno show comico ed è solo interessato a costruirsi una platea di x milioni di italiani che gli comprano i dvd?

Chieditelo.
E che se lo chiedano anche i (pochi) pentastellati in grado di intendere e di volere.

brain_use ha detto...

'M5S non governerà mai se non si cerca una coalizione

Ma infatti, se avessero solo una vaga idea di come funziona un moderno stato parlamentare, avrebbero accettato la coalizionecon Letta un anno e rotti fa.

Ma loro sono lì solo a dire "no" a tutto.

brain_use ha detto...

Barbara Spinelli:
"La proposta italiana di Grillo non era chiara e non era chiara la politica di alleanza. Loro volevano andare al potere ma senza parlare con nessuno e questo in politica non si fa"

Esatto.

Per quanto condivida forse solo il 10% delle tesi di Tsipras, concordo con Mother: forse un 2% perso da M5S è andato in Tsipras che ha eccezionalmente superato il 4%.

Merito di una maggior chiarezza e propositività.

brain_use ha detto...

non bastano l'immagine o l'entusiasmo: ci vogliono contenuti, professionalità e concretezza

Quello che manca ai pentastellati.
Tutti.

Mikhail Lanart-Hastur ha detto...

Chieditelo.
E che se lo chiedano anche i (pochi) pentastellati in grado di intendere e di volere.

Brian i pochi penstastellati capaci di intendere e di volere sono destinati ad essere espulsi.
Grillo e i duri e puri sono assolutamente incapaci di dialogare con chi non accetta il VERBO del loro guru.
E hanno perso ANCHE per questo.

mother ha detto...

mah... più che la coalizione Letta, la coalizione Bersani con Prodi PdR sarebbe stata meglio... anche perchè tanto i franchi tiratori del PD avrebbero fatto cadere il governo lo stesso pur che Bersani non si alleasse con gli M5S.
Per il resto il problema degli M5S non è che abbiano sempre detto no (non è vero, per esempio se nel milleproroghe non c'è stata la proroga alla misura del 35% energia consumata da fonti rinnovabili per nuove costruzioni o ristrutturazioni, è proprio per intervento degli M5S in collaborazione con il PD civatiani..). Il problema è aver perso un po' di voti finiti nel voto nullo, aver acquisito zero nuovi voti di astensionisti pur con una campagna di solo Grillo in piazza (piazze piene) e soprattutto ritrovarsi Grillo che dice una cosa e ne fa un'altra (vedasi sua uscita pre-elezioni: se perdiamo voti mi ritiro dagli M5S).
Ultimo problema generato da Grillo: l'esser andato a discutere con Farage senza manco chiedere agli elettori o quanto meno agli M5S se andava bene...
Se Grillo crea l'asse M5S-Farage secondo me perde altri 3-4 milioni di voti.


PS: La7 ha smentito sondaggi alla mano che il PD abbia avuto più voti da FI che dagli M5S... Mi sembra irrealistico. Piuttosto gli M5S invece che votare PD avrebbero fato voto nullo.

Stepan Mussorgsky ha detto...

"
E che se lo chiedano anche i (pochi) pentastellati in grado di intendere e di volere."

Ma sei sicuro che voi fan di Mattèo siate in grado di intendere e di volere?

Seriamente? :D

Ok,ci aggiorniamo somaro :)

Stepan Mussorgsky ha detto...

Ma guardiamo alla supremazia morale della quale questo Partito Democratico si incensa: insomma, tutti gli organi di informazione si sono prodigati per trovare tutto il male che c'è dentro il M5S, benissimo!

Adesso, però, guardiamo anche questi vincitori, è democrazia e libertà:

vediamo le loro dichiarazioni ^_^

recenti eh :)

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/05/29/announo-travaglio-meno-male-che-matteo-ce/282448/

mother ha detto...

@Mussorgsky
difficile trovare una sintesi migliore di quella fatta da Mentana sui "vincitori" del PD
"Situazione sul carro del vincitore, giorno 3 dell'Era Renziana"
http://suecroftphysiotherapistblog.files.wordpress.com/2013/07/band-wagon.jpg

brain_use ha detto...

@Stepan.

Quello che continuo a pensare io è che:
1) per Grillo il M5S è solo un marchio con cui rimpinguare il conto in banca
2) Tant'è che non ha permesso a nessuno di emergere dalla palude dei pecoroni
3) E che certe sue dichiarazioni sono evidenti boomerang elettorali

4) L'elettore medio del M5S (non parlo di te, per intenderci) è culturalmente di livello infimo e non sa minimamente quello che dice ma parla a pappagallo ripetendo le parole del "portavoce" o (anche peggio) di qualche video di youtube.

Vedi, ad esempio, il post di stamattina.

Il sottoscritto appartiene all'area moderata.
Non ho mai votato DC (ché già trent'anni fa si sapeva del marcio che c'era sotto) e per lo stesso motivo non ho mai votato il cavaliere e i suoi fidi.
Ho votato invece quasi tutti gli altri partiti (esclusa estrema DX ed estrema SX, perché gli estremi si toccano. Esclusa lega e IDV perché i demagoghi non mi piacciono) e potrei anche votare un ipotetico M5S se (se) si dotasse:
a) di una struttura democratica
b) di una leadership interna al movimento, senza dover ricorrere ai "depositari del marchio" come capipopolo
c) di un folto gruppo di candidati, magari non scelti dalla reeeteee ma con un curriculum presentabile e un pensiero autonomo
d) last but not least di un pensiero propositivo coerente e pragmatico (proclami tipo il "reddito di cittadinanza" li lascio ai creduloni fancazzisti)

Terenzio il Troll ha detto...

Buon giorno Brain.
Non mi ha mai convinto la tesi del "quelli che votano il parito X sono in maggioranza decerebrati".

Non mi convinceva per gli elettori di FI, non mi convince ora per M5S.

Banalmente: ammesso che ci siano 6 milioni di minus habens in Italia, secondo me sono equidistribuiti.

Semmai, quello che dovreste cercare di studiare se non volete estinguervi come specie voi umani (pardon, loro umani: tu come equino sei escluso) e' come sia possibile che delle persone che singolarmente sono competenti e agiscono secondo buon senso, messe in gruppo partoriscano delle decisioni idiote.

Terenzio il Troll ha detto...

Parte del problema secondo me sta in una massiva disinformazione da parte del leader illuminato di turno.

Penso ad un mio amico convinto sostenitore dei M5S. Persona sana di mente e razionale, di buona cultura e non certo il tipo che crede agli ufo e al complottone all'ultima moda.

Pero' su alcuni temi cruciali si e' informato presso i M5S.

Qualche sera fa parlavamo di debito pubblico. La pseudo-soluzione di Grillo e compagnia e' semplice da capire e di apparente buon senso: il debito pubblico e' di proprieta' delle banche straniere, braccio armato dei cattivi poteri internazionali che vogliono impoverire l'Italia.

Basta disconoscere il debito pubblico per smettere immediatamente di dover rimborsare interessi a poteri stranieri e avere subito piu' risorse da investire in Italia.

Ci ho messo due ore a cercare di spiegargli che meta' del debito pubblico italiano e' detenuto da soggetti italiani, in forma di titoli di stato comprati da banche italiane con i risparmi dei correntisti (cioe' noi tutti).
Se lo stato disconosce il debito, domani mattina ci troviamo tutti con il conto in banca immediatamente dimezzato, tanto per cominciare e giusto per gradire.

Non sono ancora sicuro che abbia capito e che mi abbia creduto.

brain_use ha detto...

Ciao, Terenzio.

>Non mi ha mai convinto la tesi del "quelli che votano il parito X sono in maggioranza decerebrati".

Mico dico questo.
Dico che i votati lo sono.

Il problema, per quanto riguarda gli elettori, è proprio quello che dici tu. Condito con una buona dose di scarsa informazione.
Del resto, basta osservare come clienti di ciarlatani assortiti siano spesso professionisti stimati e preparati (nella loro professione).

Il problema è di fondo ed è legato alle scars(issime) competenze di ciascuno nei settori che non gli competono. Ed è una delle ragioni per cui temo con tutto il cuore la tanto decantata "democrazia diretta".

Beninteso, lo temo per gli umani.
Noi somari siamo sempre ben disposti a passare al servizio dei Troll!