giovedì 22 aprile 2010

Pane e volpe

Non c'è niente da fare, quando uno ha la furbizia nel sangue, lo si capisce subito.

Concordo con autoblog.it: roba normalissima in qualunque rap per dodicenni…
Senza offesa per i dodicenni, si intende.

16 commenti:

Hanmar ha detto...

Visto.
Concordo.
Troppa cocaina e 'zziinculo fanno male. :D

Saluti
Michele

Ironman One ha detto...

LOL
Soprattutto i 'zziinculo

Foxxya ha detto...

Lapo chi?! quello degli occhiali fashion da 2000 euro come primo lavoro di project management?!

Mai piaciute le auto americane

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

A me piace molto invece, senza la scritta però. :P

E g'ha il suuuuv! :D

ilpeyote ha detto...

gran bel mezzo

Rado il Figo ha detto...

D'altronde cosa aspettarsi di diverso da un tipo del genere? Uno che qualsiasi cosa faccia viene idolatrato e prende soldo a carriolate? Vi ricordate la storiella per cui rimase tre mesi come operaio alla FIAT in incognito?

Come disse qualcun altro: non posso nemmeno mandarlo a fare in c**o perché so che ci va e si diverte pure...

kassovitz ha detto...

Presidente della Fiat subito...uahauahuaha

Foxxya ha detto...

Ultimamente ho fatto caso ad una questione sollevata sui media e mi son sentito come cadere dalle nuvole (per i complottisti che leggono questo blog "cadere dalle scie cchimiche"): non capisco più come vengono date certe notizie.
Ad esempio: incontro Obama Putin sul nucleare e sulla proliferazione nucleare. Bene vediamo cos'hanno deciso, riduzione, accordo, posizioni contrapposte... questioni di interesse mondiale.
Notizia: i due leader si sono incontrati ed ecco la moglie di Obama con il vestito verde per niente fashion blablabla la moglie blabla...notizia finita
In più di qualche occasione ho notato che certe notizie o decisioni di livello nazionale o sovranazionale non vengono discusse o presentate, bensì schivate con gossip.

Ora gli Elkann sono due: Lapo Elkann e John Elkann.
Uno è il gossip e l'altro è quello che vorrei sentire o vedere che decisioni prende, dato che da qualche giorno conduce un'azienda leader italiana.
Eppure, di John non so nulla, mentre di Lapo so tutte le stronzate possibili...

E' triste tutto ciò.

Skure ha detto...

ma perchè invece che Italian MatterFugghaz (in lettere gotiche maiuscole, orrendo per QUALSIASI grafico che si rispetti) non ha scritto "Italian Goatse" (e in Comic Sans Serif) ?

E poi....annunci di qua e di là,e arrivi con una Chry invece che con una qualsiasi Fiat....

Caduta di stile e di orgoglio nazionale.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Foxxya

Triste...forse. Ma John Elkann mi ricorda l'Avvocato, Lapo... vabbeh :D

Però la macchina è bella.

Io se avessi il grano magari mi comprerei una supercar stilosa...lo ammetto.

Ma non farei NULLA di ciò che fa Lapo.

Ma, è bene precisare, venendo dal background da dove vengo... l'arrichito...ma se fossi NATO E CRESCIUTO in un tale ambiente? Cazzo, è triste essere un rampollo! :O

brain_use ha detto...

@Foxxya

Concordo sulla deriva crescente della cosiddetta "informazione" che fa sempre meno informazione e sempre più pettegolezzo, nelle sue varie forme.

Vedi anche la politica italiana, in cui il dibattito diventa troppo spesso se e quando il Cav. va a puttane e se e quando il Marrazzo di turno va a trans.

Ma, a quanto pare, è quello che interessa alla gente.

A questo punto potremmo innescare un dibattito indubbiamente interessante sull'analfabetismo di ritorno e sul crescente oscurantismo. Dibattito che, sul piano sociale, può ricollegarsi facilmente al 6 politico di sessantottiana memoria. Sul piano politico alla medialità del Cav. Sul piano della cultura individuale al bimbominkiese e la conoscenza da youtube che tanto amano i nostri amici complottisti come veicolo propagandistico per sdoganare i loro deliri onirici.

O, più semplicemente, possiamo prendere atto che il secolo dei lumi è tramontato.

Panem et circenses, diceva Giovenale che aveva già capito tutto 2000 anni fa.

Oggi, la puoi tradurre "cellulari e Grande fratello". Ma la sostanza è la medesima.

O tempora o mores. ;)

brain_use ha detto...

Per quel che riguarda il nostro piccolo motherfucker italiota, confesso che non riesco ad assistere alle sue variegate prodezze senza un moto d'invidia.

Perché so bene che se andassi in giro io con una scritta così sotto la targa gli amici troverebbero espressioni piuttosto colorite per canzonarmi. Perché so bene che se mi presentassi in tivvù con giacca cravatta e pantofole viola mi prenderebbero pesantemente per i fondelli. Perché insomma se un cristianello (espressione non strettamente identificativa del credo religioso) qualsiasi si comportasse come lui ne ricaverebbe solo dileggio.

Certo, lo invidio un po' meno quando si dedica alle sue passioni serali. ;)

Quanto al fratello interessante, mi auguro sappia svolgere al meglio il suo ruolo, visto che si è ritrovato fra le mani una delle maggiori aziende del paese.

Ad essere sincero al 100%, mi auguro pure che non sia poi così simile all'avvocato. Personalità interessante e vincente. Ma che reputo primo responsabile di quello che avrebbe dovuto essere il vero motto della FIAT: quando le cose vanno male paghi l'Italia che quando vanno bene incassano gli Agnelli (Elkann).

Foxxya ha detto...

@UsaFree

Questione di gusti. Non sono un grand'esperto di auto. In genere mi piacciono più quelle sinuose e ribassate che grandi veicoli massicci (oddio la versione "car" della domanda: "ma preferisci le bionde o le more?").

Tendenzialmente con i prezzi della benzina altilenanti se dovessi acquistare un'auto baderei più ai consumi. Da questo punto di vista influsicono sia la carrozzeria che il battistrada delle gomme (maggiore battistrada maggiore consumo in genere).
Come guidatore odio i SUV perchè chi si trova in un'auto normale con davanti un SUV perde completamente la visuale. L'assetto del SUV è rialzato, quindi non puoi vedere attraverso il lunotto della macchina che hai di fronte...hai quindi una perdita di visuale (questa visuale può essere molto molto comoda se devi compiere un sorpasso).

Non dico sia triste essere rampollo, è triste avere i mezzi, il grano le possibilità...e ciullarsi il cervello con la cocaina e/o divenire esempio di nulla cosmico e/o di progetti di investimento senz'arte ne parte...

^_^ ognuno ha i suoi gusti.

C'è anche chi prende una macchina scassona per farsi incul...emm tamponare da dietro
^_^

Foxxya ha detto...

@brainuse

CHe dire: questa mattina un rappresentante di non ricordo che sigla giornalistica proponeva su radiouno una tassa da applicare agli abbonamenti internet per sovvenzionare la carta stampata, sempre meno acquistata a favore dell'informazione telematica.

Questione Tarantini - Marrazzo: come tutti i discorsi di politica in Italia, è più probabile avere di fronte un interlocutore ultras-politicizzato che vuole imporre la sua interpretazione che un'analisi logica.
Personalmente credo siano interessanti i fatti rilevanti reati (tangentopoli dove si da sesso con escort anzichè soldi come contropartita) piuttosto che i particolari dell'atto sessuale.
Ad esempio: nella relazione fra Berlusconi e la Carfagna non vi sono reati commessi, per cui non vedo nulla di male nell'atto o negli atti compiuti. Sulle pratiche compiute dai due era intervenuto nel web Guzzanti (fortunatamente senza disegnini o bamboline rappresentative dei particolari). La questione dell'elezione a ministro solo perchè amante e senza una carriera politica alle spalle (2 anni di iscrizione in AN e nonno fascista sembrano requisiti scarsi) è una questione che dovrebbe far incazzare chi è militante di destra e si vede surclassato non per merito politico.
Entrambe le questioni citate: Tarantini e Marrazzo mi pare siano sotto indagine e processo.
A diffeenza del complottismo sul 911 i reati connessi ai processi tarantini-marrazzo si basano su poche informazioni trapelate via mezzo stampa, per cui è sempre erroneo prendere giudizi affrettati senza valutare la totalità di prove presentate a processo. E' bene notare che le parti politiche coinvolte nei due processi sopradetti tendenzialmente siano a favore non del rilascio della totalità delle prove, al fine di offrire al pubblico una migliore capacità di valutazione, bensì un blocco più ferreo al rilascio delle informazioni...cosa che alimenta ancor di più sospetti e disinformazione!
Al contrario nel complottismo dell'11 settembre esistono vagonate di video, immagini, testimonianze già distribuite fra persone spettatori e persone che hanno vissuto gli attentati. A questo materiale è facile accedere grazie ad internet e per questo motivo è facile trarne un'opinione più corretta.
Inoltre il comportamento dell'acciaio al fuoco è in un certo senso unico e fisicamente determinato, mentre la volontà umana è imperscrutabile.

Quanto ai puttanieri: Berusconi, Eltsin, Stalin, Fidel Castro, Clinton, Topolanek, ... la storia ne ha presentati tantissimi, tutti valutati in modo più o meno gravoso da un pubblico di lettori politicamente schierati.


" quando le cose vanno male paghi l'Italia che quando vanno bene incassano gli Agnelli (Elkann)."

In realtà non ho mai capito questa cosa.
La Fiat fa e faceva parte dell'impero agnelli...un insieme di società che spesso erano in attivo, anche quando la fiat non lo era.
Vi è una certa probabilità che i contributi siano stati dati a volte anche quando gli Agnelli avrebbero potuto provvedere da soli al sostentamento della fiat, semplicemente investendo il capitale ricavato dalle altre aziende (quelle da cui si dovrebbe scorporare come detto recentemente).

brain_use ha detto...

@Foxxya

E' chiaro: nel momento in cui l'azione individuale assume una rilevanza legale al di là della notorietà delle persone coinvolte, il pubblico ha il diritto di essere informato, anche se ritengo di primaria importanza in questo senso le problematiche legate al rapporto fra diritto di cronaca e diritto alla privacy in cui sarei propenso a tutelare quest'ultima. Almeno fino al momento in cui la rilevanza civile/penale non sia sancita in sede processuale (Volendo procedere per esemplificazioni, non riesco a non pensare alla tragedia di quel poveretto indicato a torto come unabomber prima del tempo dal solito giornalismo a caccia di sensazione).

Ma, tornando al cuore del discorso, l'aspetto deviante è proprio il risalto abnorme che certune tematiche "pruriginose" assumono nella cronaca quotidiana, ancor più evidente se lo si confronta con l'attenzione da trafiletto di fatti ben più significativi.

Probabilmente davvero è tutto qui quello che interessa al grande pubblico.

Foxxya ha detto...

Unabomber va di pari passo con le notizie delle bottiglie d'acqua adulterata con sostanze tossiche usando una siringa...notizia apparsa e scomparsa, così come non è chiaro se sia mai stato arrestato qualcuno.

Di Zornitta non mi è chiaro nè il termine d'indagine che portò ad accusarlo, nè di scarcerazione.
Sinceramente non ho mai capito come si possa accusare qualcuno considerando il taglio di un lamierino fatto con delle forbici...come se le forbici di zornitta siano uniche in Italia.
Se andiamo a vedere l'unabomber americano, ci accorgiamo che il presunto colpevole fu arrestato solo per confessione del fratello.

In Italia inoltre per i lettori di giornale ed i succubi di tv vige la regola: indagato = colpevole.
Si anticipa persino al processo, benchè è il processo a confrontare di fronte ad un giudice in teoria le prove di colpevolezza e di innocenza. Quindi in teoria vi è ampio margine di distinzione fra opinione, giudizio e discernimento dei fatti. Tuttavia si osserva che sia nei vecchi modelli di comunicazione passivi (giornale, tv, ...), sia nei nuovi modelli di comunicazione (internet che permette di mettere chiunque di fronte a chi ha opinioni diverse) non vengono risolti questi problemi. Nel caso di internet invece peggiora la situazione perchè ogni lettore può essere anche scrittore e pronunciare la sua opinione come fosse fatto o giudizio. Considerando infine che la % di chi è esperto di una materia è sempre minoritaria rispetto al numero di persone che scrivono, internet diviene quasi unicamente una cassa di risonanza per frottole, benchè apparentemente in teoria potrebbe mettere a contatto complottisti ed esperti di materia per delineare in breve tempo ciò che è sensato da ciò che non lo è (in altre parole dopo tanti anni in cui il blog undicisettembre ha fatto notare a LC le cavolate che scrivevano, quanti topic ha corretto Mazzucco?! Zero di Giulietto Chiesa ^_^'' ).

Bye bye

Privacy: è un argomento che oggi viene citato oggi in tv e giornali per dire che vanno abolite le intercettazioni.
In tutta sincerità a me fa piacere leggere le intercettazioni sui giornali-tv, sia che riguardino il centro (bancopoli), sia che riguardino la destra (porta a porta e le puntate su misura), sia che riguardino la sinistra (bassolino-spazzatura), sia che riguardino apparati statali (i due costruttori che ridevano del terremoto all'acquila/ricostruzione) e/o anarcoidi (G8 genova e certi ex-onorevoli).