mercoledì 10 febbraio 2010

Quando ci vuole...



E mi scusino i sociologi e gli analisti che lo guardano per motivi di studio.

14 commenti:

McG ha detto...

Se ci sono 6 milioni di testicoli ambulanti vuol dire che ci sono, correggimi se sbaglio, almeno 3 milioni di teste di c***o. Circa 1/6 della popolazione italiana: non male.
:-S

PS In questi casi non vorrei mai essere un analista...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Sì, e l'italico popolo sembra essere ancor più coglione perchè (a quanto ne so ma spero di sbagliarmi) non si rileva il calo di ascolti e di interesse che si è rilevato in altri Paesi.

Una volta guardavo "Mai dire grande fratello" e riuscivo a farmi due risate, adesso non ce la faccio più, troppa idiozia ed ignoranza.

E lo dice uno che non è certo un pozzo di scienza...

brain_use ha detto...

Già.
Anch'io "mi perplimo" di fronte all'interesse costante per il vuoto cosmico rappresentato da quella trasmissione.

Posso solo pensare che gran parte del popolo italiota non abbia niente, proprio niente, assolutamente niente, a cui pensare.

Ironman One ha detto...

Una sera ho visto per "Sriscia la Notizia" una deficiente che urlava chiedendo perdono al padre. Manco le invasate del demonio erano così. Altro che 6 milioni di coglioni, 6 milioni di cerebrolesi!

Skeptic ha detto...

Mi fa ridere ogni volta che la rivedo.

Juleps ha detto...

Risolvete il problema alla fonte.
Basta TV in casa.

Il GF è solo uno dei programmi per cerebrolesi che passano sui vari palinsesti.

Non ho più TV a casa da una decina di anni e sto benissimo così.

Orsovolante ha detto...

Da due anni vivo senza TV e ci vivo bene.
Adesso mi trovo via per lavoro e ieri sera mentre andavo a cena ho visto per caso un pezzo di studio aperto.
Sapete perché secondo loro sarebbe interessante andare sulla Luna e su Marte? Perché essendo stata trova l'acqua su "entrambi" i "pianeti" deve esserci stata vita e le prove sono le foto che mostrano strutture regolari simili a palazzi o la famosa faccia marziana...
A me sono cadute le braccia ma sono convinto che molti prendano queste notizie (dentro un tg poi) per vere.

Orsovolante ha detto...

Quanto sopra era per dire... poi di che ci stupiamo. Se pensiamo che storicamente l'educazione in Italia deve quasi più alla TV che alla scuola... Il GF davanti a certe perle è quasi un documentario del National Geographic

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Adesso mi trovo via per lavoro e ieri sera mentre andavo a cena ho visto per caso un pezzo di studio aperto."

E poi sei riuscito a cenare? Complimenti per lo stomaco! :D

Rado il Figo ha detto...

Come fa osservare il mio amico wing#9: "il problema vero del GF non sono tanto i tre mesi di trasmissione, quanto che poi non riesci più a toglierti dai coglioni gli (ex) inquilini" che in quanto tali, e solo per quello, diventano imprescindibili in qualsiasi altra trasmissione tv e pure nel cinema.

Certo che poi si ha un bel dire che bisogna studiare, impegnarsi, lavorare ecc. ecc., quando si vede che basta essere apparsi al GF e si è gratificati economicamente per sempre. Perché poi la fola per cui "tanto fra qualche tempo non se li ricorda più nessuno" è, appunto, una storiella e nulla più. Anche perché non sapendo fare nulla, paradossalmente possono fare tutto in tv e al cinema (nel senso che tanto qualsiasi cosa facciano, il risultato è il medesimo). Cazzo, li ho visti fare le ospitate, gli opinionisti (e pure nei settimanali di "approfondimento" giornalistico), i presentatori (con tanto di prima serata del sabato su RAI 1, roba che un tempo ci volevano anni di gavetta per sperarci), gli attori (se non c'è un ex GF pare non si possa girare alcunché o quasi in Italia), e via discorrendo.
Basta dire "sono un ex del GF" e tutte le porte si aprono magicamente e per sempre.

Tanto più che poi mi tocca leggere (nel quarto d'ora di "concentrazione quotidiana") lettere di gente che si lamenta del GF perché...non è come gli anni scorsi. Ovvero: si è costretti a comprarsi la carta premium, non si può più votare col telecomando e addirittura la trasmissione non è più in onda 24 ore su 24 perché durante le partite di calcio viene interrotta.

Ma d'altronde se abbiamo un Ministro della Cultura che abolisce la geografia...

brain_use ha detto...

Concordo, Rado: questo è il problema più grande.

Non ci si può stupire del resto se i ragazzini vogliono fare i calciatori, le ragazzine le veline e tutti e due vogliono andare al gf, finché quello che codesti personaggi guadagnano in un annetto di attività equivale a diverse volte quello che un ingegnere potrà guadagnare nel corso della vita.

Se almeno, però, evitassero di farne i "portatori di pensiero" per le prossime generazioni, il guasto sarebbe un po' limitato.

Foxxya ha detto...

boh...conosco circa 100-150 persone e solo 2 guardano il grande fratello. Questa media permane circa dal GF3.

Il problema forse è sulla definizione di "guardano".
Quando arriva la stagione dei reality (più o meno quando bisogna fare vuoto di intrattenimento in TV invece di parlare di altre tematiche utili alla popolazione) TG, varietà, programmi di humor fanno riferimenti, gag, battute, mostrano spezzoni, ti aggiornano sulle news del reality.
Volenti o nolenti costoro se si chiede loro "vedi il Grande Fratello" non possono che rispondere di si. Si dovrebbe fare un altro sondaggio: sei contento che la TV sia così dopata in tutte le trasmissioni di Grande Fratello e reality vari?

Rado il Figo ha detto...

foxxya:
non credo proprio che chi si limita a dover subire gli aggiornamenti del GF poi dica di seguirlo. Anche mia mamma, per esempio, sa chi è Ronaldo e/o che l'Inter è in testa alla classifica, ma di certo mica dice di seguire il calcio.

Purtroppo volenti o nolenti anche se non lo si vuole seguire, siamo costretti, appena s'accende la tv e non la si usa per il lettore dvd,ci tocca sorbire di tanto in tanto (meno effettivamente adesso) il bollettino sugli inquilini del prefabbricato. Purtroppo in quest'andazzo si è allineata pure la Giallappa's coi suoi programmi (anche Mai Dire Gol ultimamente era infestato dai gieffini appena eliminati).
Fra l'altro, a titolo personale, fossi un comico, troverei deprimente professionalmente (cercare di) far ridere imitando detti personaggi, dando loro così un'aurea di importanza che non meriterebbero.

Foxxya ha detto...

@Rado
1) molti hanno da ridire sul dato auditel, per il semplice fatto che ci sono state in passato evidenze che comprovavano un tentativo di alterazione della statistica, da parte di chi produce programmi televisivi e può accedere ai nominativi dei possessori dell'apparecchio per il rilevamento auditel.
2) 6 mil secondo una statistica? bisogna vedere che domande hanno posto per fare la statistica.
Il video però fa riferimento probabilmente ad un film, anche se non so quale sia. Ovviamente un film non fa riferimento a comprovate statistiche.