lunedì 15 luglio 2013

Attivisti e integralisti

Qualche tempo fa ho avuto una conversazione (che non riporto perché condotta in privato) con un conoscente che si autodefinisce "attivista della legalità".

Per mia forma mentis, sono abituato ad ammettere a priori la possibilità di avere più o meno torto così come più o meno ragione.

Così, sono rimasto letteralmente basito nel trovarmi improvvisamente cacciato dagli "amici di faccialibro" perché - orrore - avevo osato sostenere che no, non sempre gli autovelox sono giusificati da esigenze di sicurezza e no, non sempre i limiti di velocità sono effettivamente corrispondenti alle caratteristiche del piano viario e dell'area circostante.

La cosa mi ha portato a riflettere molto.
L'unica spiegazione razionale che trovo è che esistono molte forme di integralismo.
Tutte ugualmente idiote.

16 commenti:

Mattia Poletti (Rebel Ekonomist) ha detto...

ahahahah :D

LAscia stare, qui ci sono autostrade con limiti a 50 e 70 km/h. Vai + forte in bicicletta (non scerzo).

Mettere i limiti a 90km/h e multare salato sia chi va più forte sia perà chi fa a 50-60km/h. Vuoi andare piano? Usi la strada vecchia normale, non quelle costruite per viaggiare

mother ha detto...

Due simpatici aneddoti dalle mie parti.
Primo
La postina mi consegna una multa da 50 euro, eccesos di 7 km/h (visto che tolgono 5km/h per errore strumentale, eccesso di 2 km/h) e dato che è un'amica mi fa notare che ogni giorno arrivano all'ufficio pacchi di 20-25 multe da consegnare, soldi ricavati da sistemi privati di verifica limiti velocità con gli autovelox vanno in percentuale alla SPA ed in parte al Comune con l'obbligo di utilizzo per spese di manutenzione stradale o miglioramento viabilità. Controllo l'autovelox, era in campagna, zero accessi privati, strada con corsie sovrabbondanti per il limite di velocità (50km/s con corsie da 4.5 metri!!!) e banchina laterale di 1.5 metri, nessun attraversamento pedonale, ampia visibilità per totale mancanza di vegetazione/edificato. Guardo i giornali, siccome le multe arrivano con 2 mesi di ritardo, uno che passava lì davanti ogni giorno è stato multato per 2 mesi di fila. Una sera ha preso il trattore ed ha sradicato l'autovelox.

mother ha detto...

Secondo aneddoto: partecipo alla presentazione del bilancio comunale nel 2011, anno in cui si decidevano le aliquote imu in previsione di bilancio. Consigliere dell'opposizione del PDL critica le spese e fa notare a tutti che il vicino Comune dove c'è il PDL (comune poi commissariato per questioni di razzismo finite anche su stampa nazionale)raccoglieva 120 mila euro di multe mentre il comune in questione solo 75 mila euro annui. Chiedeva quindi spiegazione. Maggioranza rispose: va bene chiameremo il capo della polizia locale in seconda commissione consigliare per avere spiegazioni. Il vicino Comune aveva installato una ZTL variabile per ore e giorni, staccando per qualche mese 100-200 multe a notte. Il capo della polizia fa notare che i vicini comuni si sono dotati di questi strumenti gestiti da SPA. Passano 6 mesi e la maggioranza PD si inventa di trasformare 3/4 dei parcheggi a ridosso delle piazze in parcheggi a pagamento con gestione di una SPA e medita una ZTL per limitare il traffico su una strada da 30 mila auto (l'alternativa per le 30 mila auto è passare per quartieri residenziali, fra cui il mio grrrrr). Il pagamento funziona così: 50% del costo del posteggio va alla SPA, a sua discrezione quanto, ed altrettanto viene versato un Comune, da usare per spese di manutenzione / viabilità.
I commercianti insorgono perchè questo limita l'afflusso di clienti in un periodo che è già asfittico per calo consumi e danno contro a quelli del PD.
Il consigliere del PDL che si era lamentato delle poche multe del Comune, insorge e si schiera dalla parte dei commercianti, portando a casa consensi x le prossime elezioni...

Analoghe situazioni si sono verificati in altri due comuni della mia zona.
Io mi son fatto una mappa degli autovelox/ZTL...

brain_use ha detto...


La postina mi consegna una multa da 50 euro, eccesos di 7 km/h (visto che tolgono 5km/h per errore strumentale, eccesso di 2 km/h)


A parte il fatto che il mio è un postino, è successo anche a me.
Esattamente le stesse cifre.
Autovelox posizionato in fondo a un rettilineo tutto in discesa.

Luca Gallanti ha detto...

Per non parlare degli appostamenti in curva, quando, per un qualche imprecisato motivo, dei cartelli ti indicano che la velocità di marcia deve scendere in 100m di 50 km/h. Personalmente ritengo che tutti dovremmo essere "attivisti della legalità" ma la legalità deve avere un senso. Altrimenti, diventa oppressione.

frankbat ha detto...

@Luca Gallanti: "ma la legalità deve avere un senso. Altrimenti, diventa oppressione."
Parole da scolpire nel bronzo, nel marmo e in un altro paio di materiali MOLTO duri e coriacei.
Io sono un sostenitore della legalita', ma le tue precisazioni sono sacrosante.

brain_use ha detto...

tutti dovremmo essere "attivisti della legalità" ma la legalità deve avere un senso.

Concordo.
Le regole, per loro natura non possono contemplare tutta la casistica, nonostante noi italiani ci illudiamo di farlo producendo il corpus giuridico più "spesso" al mondo.
Per questo occorrono i giudici.
E per questo occorre l'uso della materia grigia nel valutarne l'applicazione.

Per questo, infine, parlavo di integralismo.

The Foe-Hammer ha detto...

Autovelox e semafori sono spesso usati dai comuni all'unico scopo di fare cassa

Domenico_T ha detto...

50€ per uno sforamento di 7km/h? O__O

Io vivo in Germania e l'autovelox mi ha beccato due volte ma le multe sono ridicole.

1a volta, limite 30, andavo a 40. 15€ di multa.
2a volta, limite 70, andavo a 77. 10€ di multa.

Trovo che un importo così minimo sia diabolicamente geniale. Perché non ti terrorizza al punto da andare come una tartaruga, quindi ci ricaschi ed il Comune ha il suo bel flusso costante di dindini.

Domenico_T ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mother ha detto...

Meno male che hanno smesso di utilizzare il semaforo trabocchetto. In pratica funzionava così: semaforo piazzato in ambito extraurbano con attraversamento pedonale che non usa nessuno. La telecamera se rileva una velocità superiore ai 50km/h fa scattare il semaforono (spazio di visione della telecamera basato su una velocità di 50km/s...quindi chiunque va a 80km/h deve inchiodare e chi lo segue assapora il deretano dell'auto antistante).

A Mestre (Venezia) c'è stata anche la ZTL a tempo. Attiva tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.
Es: andavi in banca, c'era coda...uscivi qualche minuto dopo le 10 e potevi scegliere se andar via prendendoti la multa o lasciare la macchina parcheggiata per 2 ore prima di poterla riutilizzare. Qualche mese e le proteste dei clienti a negozi e banche hanno fatto togliere questa baggianata.

Comnque la nuova normativa ha creato parecchi danni.
Es: le rotatorie senza limitazioni minime nelle corsie di ingresso (dette anche le fabbriche dei tamponamenti) o le rotatorie in rilevato (nello spazio di frenatura per il dare la precedenza piazzi un bel dosso che fa saltare le sospensioni, riduce l'aderenza e allunga lo spazio di frenatura).

Il rallentamento del guidatore lo ottieni piazzando i carabinieri sul posto, visibili. Così tutti rallentano. Se piazzi un autovelox invisibile uno va avanti anche 2 mesi a correre a prendersele e quando si vede consegnare 1500 euro di multe per eccesso di <10km/h si incazza non poco e poi semplicemente fa un'altra strada continuando a correre come gli aggrada.

Terenzio il Troll ha detto...

frankbat ha detto...

" Io sono un sostenitore della legalita', ma le tue precisazioni sono sacrosante. "

No, guarda: non sono d'accordo.

"Io sono un sostenitore della legalita' *e* le tue precisazioni sono sacrosante."

Cosi' va meglio.

Jabba_The_Hutt ha detto...

Io racconto un episodio che mi è successo alcuni anni fa.
Ai tempi nei weekend mi spostavo in moto per andare a trovare la mia ragazza che stava a circa 1 oretta e mezza da casa mia. La strada che percorrevo è una serie di statali e provinciali tutte abbastanza larghe (ma scarsamente manutenute). Un giorno, improvvisamente, all'uscita di un paesino compare uno "strano" cartello con limtite di 50 km/h... Voi direte.. e che c'è di strano? Nulla se non fosse che pochi metri prima (dai.. saranno stati forse 200 metri!) c'era il cartello di fine abitato ed un cartello con il limite a 70 km/h. La strada, ovviamente, è bella dritta, larga (ci stanno tranquillamente due macchine affiancate per ogni corsia!), la visibilità è ottima, non ci sono ingressi laterali e ci sono due bellismi guard rail... Quindi la domanda è: a che serve in quel punto un limite di 50 km/h... soprattutto se, pochi metri dopo, il limite viene riportato a 70 km/h?? ;-)

Claudio Termografia ha detto...

" avevo osato sostenere che no, non sempre gli autovelox sono giusificati da esigenze di sicurezza e no, non sempre i limiti di velocità sono effettivamente corrispondenti alle caratteristiche del piano viario e dell'area circostante"

Finalmente una persona intelligente che si rende conto dell' evidenza e di come i limiti siano estratti a sorte dal sacchetto come i numeri della tombola.

Tutti i limiti e sistemi di controllo in genere in tutti i paesi servono solo ed esclusivamente a far cassa non per niente sono odiati da tutti

Claudio Termografia ha detto...

" avevo osato sostenere che no, non sempre gli autovelox sono giusificati da esigenze di sicurezza e no, non sempre i limiti di velocità sono effettivamente corrispondenti alle caratteristiche del piano viario e dell'area circostante"

Finalmente una persona intelligente che si rende conto dell' evidenza e di come i limiti siano estratti a sorte dal sacchetto come i numeri della tombola.

Tutti i limiti e sistemi di controllo in genere in tutti i paesi servono solo ed esclusivamente a far cassa non per niente sono odiati da tutti

Stepan Mussorgsky ha detto...

Sono d'accordo con te, intendo sugli autovelox e i limiti.

Ma in che senso sei stato 'cacciato'? Da dove? Non so una mazza di Facebook :D

Per caso hai avuto a che fare con un certo TheDrakkar? :P