mercoledì 9 giugno 2010

Democrazia della scienza?

In effetti, il tema è economico.

Ma il concetto è il medesimo: democrazia della scienza?
No, spiacente, per quanti click positivi riceva, questo, resta un concentrato di castronerie.

E tanti saluti al secolo dei lumi.
E al "meglio di Answers".
Figuriamoci il peggio.

p.s.
Casomai sparisse...

18 commenti:

markogts ha detto...

Facciamo un sondaggio: chi di voi vuole il moto perpetuo?

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

A me il sigtnoraggio pare il più grande paravento che gli idioti hanno offerto alle banche.

Questi idioti non sanno nemmeno di dare un enorme aiuto alle banche creando un falso problema.

Probabilmente sono dei mantenuti che non hanno mai avuto un rapporto un po' più articolato con una banca se non "prelevare col Bancomat".

Ad esempio, l'altro giorno vado nella mia banca e allo sportello c'è un avviso che recita più o meno (vado a memoria): "per prelievi superiori ai 3000 euro si prega di avvisare con almeno 2 giorni di anticipo"

Questo mi fa incazzare.

Non per il concetto, ma per l'entità.

E' ovvio che la banca i soldi che le dai li investe.

Ma non sto parlando di depositare un milione di euro e chiederli indietro dopo 10 giorni.

Sto dicendo che se il giorno X deposito 10000 Euro sul mio conto corrente e il giorno Y=Xpiù5 voglio prelevare 3000 dei MIEI euro, TU ME LI CAGHI IN CONTANTI SEDUTA STANTE, SENZA "SE" E SENZA "MA".

Ed è solo un esempio. O vogliamo parlare della forbice che c'è tra interessi attivi ( lo 0 virgola) e interessi passivi ( a me sono arrivati al 14%, se non è usura...), le spese di tenuta conto assurde, le garanzie per i mutui...

e questi coglioni stanno a vedere il "signoraggio"...che fini pensatori! :|

Alessandro ha detto...

Answers è il male assoluto. Se ci pensi rappresenta tutto ciò che di peggio puoi avere. Le risposte vengono valutate da chi fa le domande (che si presume le faccia perchè non conosce le risposte e quindi non le può valutare). Non esiste un modo di valutare l'attendibilità del rispondente. Infine spesso, come mostra anche il tuo esempio, si riduce tutto ad una specie di sondaggio.
Comunque... la scienza non è e non può essere democratica. Se parliamo di meccanica quantistica (non ho scelto l'argomento a caso) il mio parere non vale quello di un fisico. La democraticità della scienza mi sembra spesso un modo di chi non sa le cose di non volere riconoscere competenze agli altri. Per svariati motivi....

P.S.
Si può smettere di irrorare in Trentino? Vorrei un paio di bei temporali e riuscire a dormire otto ore di fila. :P

brain_use ha detto...

@marko:
Se Answers può essere una spia dei gusti dominanti in fatto di complottoni, direi che al momento l'11/9 è superato, le scie cOmiche sono in declino, ma il signoraggio... ah il signoraggio...
Tristezza.

@usa-free:
Abbastanza vero.
Va detto che, a occhio, la stra gran maggioranza dei frerquentatori del posto sono studentelli, magari addirittura delle medie. E questo scusa un po' l'ignoranza in certi argomenti.
Scuso un po' meno quando, pur segnalando i link giusti, tutto quel che ottieni sono pollici versi.

@Alessandro:
Verissimo. Valgono le limitazioni che ho già segnalato a usa-free, ma la logica sottostante l'applicazione è perversa.
Anche segnalare (e io lo faccio eccome) serve a poco. Viene eliminato solo ciò che è palesemente illegale o palesemente contrario alle regole di answers medesimo.
Che una domanda sia tendenziosa e una risposta completamente inconsistente, non interessa minimamente.

Alessandro ha detto...

@Brain:

Beh una volta un utente (neppure giovane mi tocca dire) mi aveva duramente contestato una risposta in merito ad Hitler sostenendo che lui aveva letto almeno 5 libri sull'argomento e quindi era un esperto. Diciamo che a volte in certe situazioni prevale un desiderio di protagonismo sul "voler essere utili". ;)

Hanmar ha detto...

Wiki, yahoo answers...

Tutte somme puttanate.

Il "sapere" non si puo' ottenere per votazione democratica.

Saluti
Michele

IceMat "Magelykun" ha detto...

@usafree

si vede che quello sportello non è messo benissimo in quanto solvibilità, e la cosa dovrebbe preoccupare. Una delle causa della crisi 2008 è stata proprio la mancanza di solvibilità, requisito FONDAMENTALE per le banche, onde evitare la "corsa agli sportelli".

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Alessandro

"Answers è il male assoluto."

Dissento. Più di una volta ho trovato ciò che mi serviva su Answers.A me è stato utile.Poi sono d'accordo con te sulle magagne del meccanismo.Ma non è il male assoluto.

@IceMat "Magelykun"

Esatto. Inoltre non sto parlando della filialina dispersa nel paesello. Sto parlando di una filiale di un gruppo bancario medio-grosso in una delle vie più importanti di una città di 110000 abitanti!

brain_use ha detto...

@usa-free:

Attenzione.
Se stiamo parlando di ricette di cucina, sono d'accordo con te: Answers è oggettivamente utile. ;)

Però valgono, amplificate, le stesse problematiche che già notiamo su uicchi. Particolarmente per temi, diciamo così "scottanti" o comunque soggetti a una presunta o reale visione personale.

tripponzio ha detto...

mi spiace, ma sei un boccalone.
sì, se ancora ti aspetti che certa gente usi quello che c'è tra le orecchie per pensare e non quello che c'è tra le natiche, sei senza speranza.
@usa: queste cretinate sul signoraggio e la continua sfiducia che si fomenta contro le banche, aumenta queste situazioni. la banca ha necessità di lavorare con certi margini. se ha la fiducia sia da chi ha denaro da depositare sia da chi ha bisogno di liquidità, il margine lo raggiunge più facilmente e ha tutti i vantaggi a venire incontro al cliente. per capirsi, per assurdo, se sei l'unico cretino che chiede soldi alla banca e io l'unico pirla a depositarli, la banca dovrebbe caricare tutta la gestione, le spese e il suo ricavo sulla differenza tra l'interesse che chiede a te e quello che dà a me.
per il discorso di avvertire se possibile prima di prelevare cifre rilevanti, credo che sia una cosa decisa indipendentemente dalla filiale, probabilmente perchè si sono trovati troppo spesso con alcuni clienti che gli hanno fatto grosse operazioni tutte insieme e la filiale tiene in deposito una quantità limitata di denaro. se tu mi avverti che domani prelevi 10.000 euro, io posso prepararmi e avere qualche soldo in più in cassa, altrimenti rischio di restare, per esempio, senza fondi per riempire il bancomat.

markogts ha detto...

Trip, non facciamo finta però di non renderci conto che le banche italiane lavorano in regime di cartello. Scusa, ma io mi chiedo dove stia la libertà d'impresa e tutte le belle parole sulla certezza dello stato di diritto ogni volta che a casa mi arriva un foglio con su scritto "proposta di modifica unilaterale del contratto" (implicito: non negoziabile). Per non dire delle banche che si rifiutano di prestare soldi ad aziende e persone anche se con solide garanzie: ci fosse una seria concorrenza tra banche, sarebbero loro a correrti dietro pregandoti di prendere i loro soldi.

Alessandro ha detto...

usafree at al. :

Si ok con "male assoluto" ho voluto usare una iperbole. :P

Perchè la gente mi prende sempre sul serio? ;)

Ah per le ricette di cucina è spettacolare, concordo... :)

Foxxya ha detto...

Da un lato ho visto Answers utilizzato da bimbiminkia per porre domande assurde a cui ridere.
Dall'altro per sbloccare tutte le possibilità di Answers devi raggiungere un tot di punti, e molti li ragigungono con amici postando cretinate e votandosi.
Tuttavia ho anche notato un caso di spam che oltre a pubblicizzarsi via posta (non elettronica), si diffondeva anche con spam nel web...Yahoo Answers incluso.

Infine molti blog (specie quelli fallimentari come i complottisti) utilizzano Il servizio Yahoo per raccattare link e visibilità.
Alle domande mi pare si possa rispondere solo entro un certo periodo...al che se intervengono solo gli amici del complottista, ne escono bei monolighi.

Come valutate questo video di Grillo?
http://www.youtube.com/watch?v=UzkUcXKBfX4

bbye

PS: ma nona veva parlato di gestione a debito dell'economia anche Berlusconi alla Confcommercio?
Magari ricordo male...

MMST ha detto...

"Va detto che, a occhio, la stra gran maggioranza dei frerquentatori del posto sono studentelli, magari addirittura delle medie. E questo scusa un po' l'ignoranza in certi argomenti."
Purtroppo no non sono studentelli, è un gruppo eterogeneo.

MMST ha detto...

Markgots sfondi una porta aperta che il mercato bancario italiano sia inefficiente costoso e collusivo rispetto al resto d'europa è documentato da valanghe di studi e non è un fenomeno odierno.
Ma non è questo a quanto pare che interessa ai signoraggisti.

tripponzio ha detto...

@markogts: la modifica unilaterale delle condizioni non è retaggio solamente delle banche, ma di tutti coloro che forniscono un servizio prolungato nel tempo. l'assicurazione mi è aumentata del 13% senza motivi, quest'anno e mi hanno detto che sono fortunato. quando aumenta il gas, l'elettricità, l'acqua, il telefono o il cellulare, è una modifica del contratto unilaterale. spesso nemmeno ti avvertono prima. se ti avvertono ti dicono "se ti va bene così, bene, altrimenti ciccia".
per la questione dei prestiti, non scadiamo nel complottismo. la banca a tenersi i soldi in tasca non ne ricava niente: deve pagare per preservarli, per assicurarli, per gestirli e per gli interessi ai depositari. la banca è ben contenta di dare i suoi soldi, ma deve (vuole) avere un rientro economico con una certa sicurezza. minore è la sicurezza di rientro e maggiore è il rientro che vuole. se non stai in questi parametri, non te lo concedono.
che poi il rientro che vuole è alto perchè deve pagare un esercito di imbecilli che non fanno altro che trasformare la riunione in "briefing", l'incontro in "meeting" e il rispondere al cliente "customer care and soffocott", tralasciando i reali problemi di gestione, questo è un altro paio di maniche.

markogts ha detto...

Trip, il tuo discorso sarebbe ineccepibile se le banche guadagnassero solo dai prestiti concessi. Ma sono convinto che guadagnino molto di più con "modifiche unilaterali di contratto", mezzo euro per il token del home banking, un euro per il bancomat (e parlo di cose che a loro RIDUCONO i costi), e di conseguenza non hanno alcun interesse a rischiare per prestare soldi.

tripponzio ha detto...

@marko: no, tranquillo. fatti due conticini: tra gli interessi attivi e le spese di gestione, vai in genere più o meno in pari, se non hai grossi capitali. necessitano di entrate nettamente superiori.
semplicemente fa investimenti oculati: perchè prestare soldi a te che se hai problemi devo rivendere i tuoi organi al mercato nero, quando ci sono altri soggetti a caccia di denaro che se restano senza denaro bene o male un santo in paradiso (o nel parastato) lo trovano sempre?