martedì 6 settembre 2011

Roghi

Non amo parlare di politica italiOTA, figuriamoci di cronaca nera.

Però questo caso è da segnalare.

Perché ricordo di aver sentito con le mie orecchie somaresche più d'una persona che dichiarava di volerlo linciare, quando sembrava fosse lui il colpevole.

I roghi delle streghe furono, sono e saranno sempre un abominio.

3 commenti:

McG ha detto...

Purtroppo si è portati a pensare che i convincimenti personali siano una sorta di verità rivelata, vera fino a che i fatti non dimostrano il contrario. Ovviamente, sfugge ai più che nell'impossibilità di dimostrare, un convincimento è e resta una tesi sulla quale non si possono esprimere condanne e su cui i giudizi devono rimanere sospesi dai "se" (o, come sostengo da sempre, devono rimanere giudizi e non sentenze). I media italiani poi non aiutano, anzi tendono a fare sensazionalismo tralasciando più o meno volutamente, oltre che la ricerca della verità, particolari che si riveleranno in seguito decisivi. Ma a loro discolpa dobbiamo ammettere che danno lavoro a opinionisti e criminologi (e modellisti..). I quali hanno, beati loro, la verità in tasca.

Skeptic - M.Agnoletto ha detto...

Mi trovi completamente d'accordo.

mother ha detto...

io invece ricordo decine di trasmissioni parlare di quell'omicidio, ma ho un vuoto totale sulle centinaia di ore che queste trasmissioni hanno perso per descrivere quella vicenda.